Cerca

La psicoterapia e il ventaglio delle possibilità

"In ogni organismo, uomo compreso, c’è un flusso costante teso alla realizzazione costruttiva delle sue possibilità intrinseche, una tendenza naturale alla crescita" (Carl Rogers) I sintomi tendono a restringere la nostra visuale, le nostre possibilità di valutazione ed azione, la psicoterapia può aiutarci invece ad aprire il ventaglio di possibilità che abbiamo davanti. #ordinepsicologilazio #Psicoterapia #PsicologoRomaNord #PsicoterapiaRomaConcadoro #ventaglio #psicologocon

Pensieri ossessivi: quando l'indicibile diventa dicibile

"Mi nacque un’ossessione. E l’ossessione diventò poesia". (Alda Merini) Condivido con piacere in questo spazio questi disegni ( dopo aver chiesto l'autorizzazione all'autrice, chiaramente). Li ha realizzati una mia giovane e creativa paziente. Non mi soffermo qui sul lato artistico ( aspetto che non mi compete) e mi limito a dire che soprattutto il primo a me piace molto; al di là di questo ho voluto inserire questi disegni qui per far vedere come qualcosa che opprime la pe

E' un problema o no?

Oggi una persona venuta per un primo colloquio, dopo avermi esposto la sua situazione, mi ha posto in maniera molto chiara e diretta una domanda: " Ma è un problema oppure no?"; è chiaro che stava rivolgendo a me la domanda che lui stesso si pone in questo periodo e che la domanda collegata è quella "Ho bisogno di aiuto o no?". A prescindere dalla situazione di questa persona ma prendendo spunto dalla sua domanda, ho deciso di scrivere questo post riflettendo sul fatto che,

Cibo e consapevolezza, alcuni esempi e qualche cenno di mindfulness

Si sente sempre più parlare di mindfulness ma poichè il fatto che un termine sia molto in voga non sempre corrisponde ad un'adeguata conoscenza del termine e del suo ambito di utilizzo, in questo post introdurrò qualche concetto di base della mindfulness per poi soffermarmi su mindfulness e cibo. La parola mindfulness significa “consapevolezza”, o meglio “attenzione cosciente”. Secondo Jon Kabat-Zinn, biologo molecolare e creatore del metodo MBSR (mindfulness-based stress red

Benessere e contatto con la natura

Più volte in passato mi sono dedicata ad approfondire il rapporto tra uomo e natura, oggi condivido qui questo bell'articolo trovato sul sito dell'ordine psicologi Lazio https://www.ordinepsicologilazio.it/cittadini/la-natura-migliora-lumore-e-la-concentrazione/?fbclid=IwAR29C2HrRTg_ModmMzMde5q_SmOuAmP7r7J_jFZs7c_vftKN8IcIknIV7yM #psicologoRoma #PsicologoRomaNord #Psicologoconcadororoma #psicologopsicoterapeutaRomaNordConcaDoro #PsicologapsicoterapeutaRoma #naturaebenessere #

NBA e salute mentale

Parlare di salute mentale è importante, ci sono ancora tanti pregiudizi, ignoranza e informazione errata, anche un campione di NBA ha deciso di dedicarsi ad una giusta informazione... #psicologoRoma #Psicoterapia #Psicologoconcadororoma #PsicologoRomaNord #sport #NBA #salutementale

Stress

Mi sono imbattuta in questo video, poche e parziali ma chiare ed efficaci informazioni... #psicologoRoma #PsicologopsicoterapeutaRomaNord #PsicologoRomaNord #Psicologoconcadororoma #stress #gestionestress

Rami secchi o struttura portante? Riflessioni sul peso delle relazioni...

Parto da questo mio scatto fotografico che mostra questo enorme albero in tutta la sua maestosità per fornire al lettore un'immagine di impatto per riflettere sulle proprie relazioni: sono rami secchi o fanno ormai parte della propria struttura portante e semplicemente ci sono periodi ( come è normale che sia) in cui i rami fioriscono ed altri in cui sono spogli? Spesso sentiamo dire, in senso metaforico, quanto sia importante potare i rami secchi, intendendo quanto è importa

Qui e adesso, allontanare i pensieri superflui

Riflessioni sull'importanza della dimensione del qui e ora che vengono da uno spezzone di un film: vivere momento per momento concentrandosi su ciò che accade, non su ciò che è stato e su quello che sarà, un'esercizio quotidiano fondamentale soprattutto se si ha la tendenza a farsi appesantire dal passato o da ansiose anticipazioni del futuro... #PsicologoRomaNord #Psicologoconcadororoma #Psicoterapia #RomaConcadoro #cambiamento #quieora #dottssaGildaDiNardo

Cambiare o non cambiare? Questo è il dilemma!

Inizio con questo spunto musicale ( Change di Tracy Chapman) ad introdurre alcune riflessioni sul cambiamento. Il brano mi è sembrato adatto poichè proprone alcuni interrogativi che se da un lato evidenziano la bellezza e la necessità del cambiamento, dall'altro lo legano alla paura, all'incertezza, al rischio. Molto spesso nel mio lavoro incontro l'ambivalenza davanti al cambiamento: "Vorrei cambiare ma". C'è da dire che alcuni tra noi non sono particolarmente turbati dal c

I pensieri intrusivi:indicazioni per gestirli

Un pensiero intrusivo è un pensiero o un'immagine che percepiamo come esterno, che non riconosciamo come parte di noi, che si è introdotto forzatamente, contro la nostra volontà, nella nostra mente, Il pensiero intrusivo può assumere forma di contenuti violenti, non conformi alla nostra morale, religiosi, e di altro genere .Tendenzialmente questo tipo di pensieri tende a caratterizzare il disturbo ossessivo ma lo ritroviamo anche in una serie di disturbi caratterizzati da rig

Gli stili comunicativi

Un aspetto su cui credo sia molto importante riflettere è quello del proprio stile comunicativo; molto spesso infatti alla radice di problemi relazionali o di lavoro c'è il nostro modo di comunicare. Secondo le ricerche, pur nella variabilità ed unicità dei nostri comportamenti, in ciascuno di noi esiste una certa costanza sul modo di relazionarsi, di comunicare e di pensare a sé e all’altro. La letteratura ha individuato principalmente tre stili comunicativi: lo stile ass

Come si fa ad essere liberi da sè stessi?

Come a volte capita in questo blog spunti musicali di riflessione. Un brano pieno di domande che spesso molti di noi si sono posti, la ricerca di sè inizia dal porsi le giuste domande... #libertà #psicoterapia #roma #Psicologoconcadororoma #psicologopsicoterapeutaRomaNordConcaDoro #davideshroty

Il corpo che urla, l'autolesionismo.

«La gente si innamora del proprio dolore al punto che non riesce più ad abbandonarlo. Lo stesso vale per le storie che racconta. Siamo noi stessi a tenerci in trappola». Chuck Palahniuk, “Cavie” In questo post voglio dedicare qualche riga all'autolesionismo, più che altro per dare qualche informazione a coloro che si ritrovano accanto a qualcuno che compie atti di autolesionismo. Innanzitutto per quanto la forma di autolesionismo più comune è quella di tagliarsi, ne esistono

La nebbia lasciata dal bullismo.

Ho intitolato questo post " La nebbia lasciata dal bullismo" poichè se pure il termine bullismo è molto conosciuto, meno conosciuto è il fatto che le conseguenze del bullismo possono arrivare fino all'età adulta. A fare la differenza sono sicuramente una serie di fattori: tipo di esperienze subite, sotegno ricevuto,aver avuto la possibilità di raccontare, caratteristiche personali di resilienza, contesto in cui ci si ritrova a vivere, traumi subiti dopo il periodo in cui si è

Quale stanza per una psicoterapia? Il setting in parole povere.

Tante sono le domande, i dubbi e le richieste di informazioni che emergono soprattutto nei primi incontri con un paziente. Chi si aspetta che dovrà parlare dei sogni, chi non ha idea di regole e colloquio terapeutico, chi ancora ha già avuto esperienze di psicoterapia ma magari ignora che esistano vari approcci terapeutici. Oggi ho avuto modo di riflettere su un altro aspetto che può essere poco conosciuto dai pazienti, quello dell'organizzazione del setting terapeutico. È

Quale futuro? Vedremo...

"Stai attento a quello che vuoi, perchè potresti ottenerlo" è il titolo di un articolo di Annamaria Testa apparso oggi su Internazionale del quale più avanti riporterò alcuni estratti ( questo il link all'articolo nella sua interezza https://www.internazionale.it/opinione/annamaria-testa/2018/04/30/conseguenze-variabili ). Tale articolo se pur parte da tematiche di attualità mi ha subito riportato a riflessioni di stampo clinico, soprattutto in relazione ad alcuni dei miei

Rigidità e flessibilità: un po' come cambiare marcia

Condivido qui alcune riflessioni sulla rigidità per due motivi. Il primo è che in base all'esperienza di alcuni miei pazienti questo sia un tema importante su cui riflettere, il secondo è che credo che uno dei compiti principali della psicoterapia sia offrire all'individuo un sostegno mirato ad ampliare la propria visuale, muoversi con maggiore elasticità ( quindi minore rigidità) tra processi cognitivi, vissuti emotivi e schemi relazionali dopo averli esaminati, ampliati e i

Io non sono il mio lavoro, riflessioni su lavoro e autostima

"Cosa vuoi fare da grande?", "Io senza lavoro non so stare", "Qualche lavoro bisogna pur fare", "Mi porto sempre il lavoro a casa", "Questo lavoro mi ha salvato la vita", sono alcune frasi che sicuramente avremo sentito che ci indicano quanto nella nostra società occidentale il lavoro a livello individuale e poi sociale sia centrale. D'altronde " Che lavoro fai?"è una delle prime domande che si rivolge all'interlocutore per conoscerlo meglio. Sulla scala di priorità della vi

Equilibri solitari 2... in musica

Per dar seguito al post precedente e alle mie incursioni musicali in questo blog di psicologia,, un brano con un testo stimolante... #Psicologoconcadororoma #PsicologapsicoterapeutaRoma #RomaNord #psicologapsicoterapeutaRoma #Exotago #musica