© 2016 All rights reserved Gilda Di Nardo

  • Blogger Social Icon
  • White Google+ Icon
  • Twitter Clean
  • Dott.ssa Di Nardo

November 6, 2019

October 22, 2019

October 16, 2019

June 19, 2019

March 28, 2019

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Brevi riflessioni sulla gestione del tempo

May 24, 2017

 

Il tempo che non c'è, il tempo che vorrei, i bei tempi andati, il tempo che fugge... anche e solo nel nostro "dire" comune la dimensione del tempo rimanda a vissuti di mancanza, di desiderio, di nostalgia ecc.

In questo breve post voglio fornire alcune indicazioni e riflettere sulla gestione del tempo. Mi riferirò qui di seguito ad una gestione del tempo relativa ad una dimensione sana ( che può tuttavia essere poco funzionale in taluni casi) limitandomi a dire che in casi di patologia, anche il nostro tempo si ammala ( non passa mai ovvero si dilata, si disorganizza o si restringe ossessivamente come non ce ne fosse mai abbastanza). In tal senso mi viene da dire che una gestione serena del tempo è sicuramente  indice di una buona qualità di vita. Sia chiaro, se per scelta abbiamo e scegliamo uno stile di vita disorganizzato, l'importante è esserne consapevoli e prendere atto che è così, sono la serenità o la frustrazione che fanno la differenza.

A volte ci si ritrova a dover gestire un sovraccarico lavorativo o relazionale (famiglia ad esempio). Oppure invece non c'è  affatto un sovraccarico, anzi, avremmo tutto il tempo a disposizione e ci ritroviamo con un pugno di mosche in mano e tanta frustrazione: ci siamo riposati anche troppo ma la sensazione è di stanchezza, abbiamo fatto mille cose senza portarne a termine nessuna o, ancor peggio, abbiamo tralasciato quella che era del tutto prioritaria o perchè aveva dirette conseguenze pratiche ( un pagamento ad esempio con scadenza) o perchè era quella che avevamo a tutti i costi voglia di fare! Insomma capita talvolta che principi non troppo razionali finiscano col condizionare in modo negativo i nostri vissuti emotivi poichè la nostra disorganizzazione quanto piuttosto la nostra perfetta organizzazione settoriale ( solo lavoro, solo amici, solo famiglia ad es.) non ci hanno portato a soddisfare i nostri bisogni. Nell 'osservare la propria capacità di gestire al meglio il tempo bisogna fare i conti con responsabilità e bisogni, spazio personale e spazio relazionale. Cosa sto facendo per ritrovarmi a non aver tempo? In che area mi sti sovraccaricando? Come posso delegare, chiedere aiuto o semplicemente riorganizzare?

Talvolta quest'osservazione basta a correggere il tiro, perchè subito dopo si riescono ad individuare le aree problematiche e a mettere in atto quei piccoli accorgimenti che però sono all'origine di grandi cambiamenti positivi: isolarsi in pausa pranzo ( invece che sovraccaricarsi di nuovi o al contrario cercare relazioni perchè si sta tutto il giorno da soli), tornare a piedi dal lavoro ( se ne si ha la possibilità aiuta a far movimento e a distrarre la mente dal dover fare per forza qualcosa di produttivo), escogitare "rituali" di benessere ricavando più o meno piccoli spazi quotidiani per dedicarci a questi.  Molti sono gli esempi che potrei fare, tuttavi credo sia più utile che ognuno a seconda dei propri interessi e a partire dalla propria situazione sperimenti delle soluzioni. Io ad esempio, nel mio lavoro, trovo utile (se c'è spazio d'attesa  tra un paziente ed un altro) ascoltare musica piuttosto che leggere o lavorare al PC, questa pratica mi aiuta a rilassarmi e risponde al mio bisogno di ascoltare musica che mi piace.

Alcuni nella gestione del tempo trovano giovamento nel mettere per iscritto delle liste di cose da fare. In effetti depositare in una lista le azioni da compiere può aiutare a gestire il carico, soprattutto se man mano che si procede si depennano le cose fatte, osservare il carico di impegni scemare  aiuta a gestire meglio il tempo e ad abbassare la tensione emotiva ad essa legata. Per altri però le liste possono risultare ansiogene, in questo caso meglio ragionare per aree di priorità.

Lascio qui di seguito alcune citazioni sul tempo come ulteriore spunto di riflessione sul fatto che il tempo se non vogliamo subirlo ma viverlo, sta a noi organizzarlo. A volte ci serve un pò di tempo, altre è il caso di ottimizzare i tempi, altre volte di lasciarsi andare all'inevitabile scorrere del tempo. A ciascuno, il suo tempo.

 

Il tempo raffredda, il tempo chiarifica; nessuno stato d'animo si può mantenere del tutto inalterato nello scorrere delle ore. Thomas Mann

Il lavoro deve servire per guadagnarsi il tempo libero. Aristotele

Passa il tempo sopra il tempo
ma non devi aver paura
sembra correre come il vento
però il tempo non ha premura.

 

Fabrizio De Andrè

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici